No place, Michele Vittori