Chi Siamo

LO STATO DELLE COSE

IDEAZIONE E CURA
Antonio Di Giacomo

PHOTO EDITOR
Manuela Cigliutti – direttore creativo del magazine di fotografia EyesOpen!

DESIGN E IDEAZIONE DEL LOGO DI PROGETTO
Barbara Vaccarelli

CONSULENZA SCIENTIFICA PER L’AQUILA
Lina Calandra – responsabile del Cartolab (Laboratorio di cartografia del Dipartimento di Scienze Umane dell’Università degli Studi dell’Aquila)

I FOTOGRAFI A L’AQUILA
Stefano Baldacci, Giampaolo Becherini, Michele Belloni, Sergio Catitti, Ivano Cheli, Fabio Chiesa, Donato Chirulli, Ivan Ciappelloni, Roberto Cocco, Francesca Colacioppo, Nicola Colucci, Valerio De Iorio, Emanuele Dello Strologo, Antonio Di Giacomo, Andrea Gallo, Paolo Loli, Piero Lovero, Francesco “Fraliga” Lorusso, Giannicola Menna, Riccardo Menna, Luigi Montanari, Paolo Munari Mandelli, Federica Nico, Silvio Nicolaci, Bruno Panieri, Leonardo Perugini, Gianluca Polazzo, Angelo Presenza, Andrea Rotili, Sergio Scaiola, Bruno Tamiozzo, Giuseppe Tangorra, Enzo Francesco Testa, Tiziano Torreggiani, Mirko Turatti

I FOTOGRAFI PER 3 E 32: IMMOTA MANET
Simone Cerio, Dario Coletti, Cosmo Laera, Allegra Martin, Massimo Mastrorillo, Alessandro Pace, Gianluca Panella, Andrea Sarti, Stefano Schirato, Massimo Siragusa

I FOTOGRAFI PER IL CENTRO ITALIA
Ferdinando Amato, Ennio Brilli (con Marco Benedettelli), Emanuele Cardinali, Giuseppe Carotenuto, Sante Castignani, Gabriele Cecconi, Alessandro Celani, Francesco Fiorello, Christian Mantuano, Matteo Minnella, Alessio Pagani, Francesco Pistilli, Mario Sabatini, Nicolino Sapio, Luca Sola, Bruno Tigano, Ulderico Tramacere, Alessio Vissani

I FOTOGRAFI DEL PASSATO PROSSIMO
Il Collettivo FD (Alfonso Arana, Francesco Favara, Pietro Iacono, Antonio Montalto, Carlo Riggi), Azzurra Becherini, Fabio Dibello, Antonio Di Giacomo, Salvatore Di Vilio, Andrea Repetto, Francesco Rinaldi, Giuseppe Tangorra

LO STATO DELLE COSE

Il progetto lo Stato delle cose è promosso e realizzato dall’associazione culturale senza fini di lucro La camera del Tempo con il patrocinio del Comune dell’Aquila e con la collaborazione dell’associazione culturale Territori, del Dipartimento di Scienze Umane e del Laboratorio di cartografia dell’Università degli studi dell’Aquila, dell’Accademia di Belle Arti dell’Aquila, del Segretariato regionale per l’Abruzzo del Ministero per i Beni culturali.
Media partner è la rivista di fotografia EyesOpen! Magazine. A supportare il progetto, rendendo possibile la realizzazione di questo sito web, l’impresa di comunicazione CaruccieChiurazzi (per il concept e design) e Shiftzero (development e digital marketing).

PARTNER



CONDIZIONI DI UTILIZZO

Il progetto “Lo stato delle cose. Geografie e storie del doposisma” nasce come iniziativa non profit e come tale è interamente autofinanziato e reso possibile dalla partecipazione a proprie spese di ogni singolo fotografo. La titolarità del diritto d’autore su ciascuna delle immagini pubblicate in questo sito è dei singoli fotografi, che ne hanno concesso l’utilizzo all’associazione La camera del Tempo in via esclusiva per le finalità documentarie del progetto Lo stato delle cose e dunque le azioni di divulgazione dello stesso.
E’ da ritenersi esclusa ogni possibilità di sfruttamento commerciale dei contenuti fotografici e testuali all’interno di questo sito. Gli stessi autori all’atto del conferimento delle proprie immagini, qualora esse ritraggano persone, dichiarano di disporre di liberatoria dei soggetti ripresi. Ogni riproduzione indebita dei contenuti pubblicati sul sito www.lostatodellecose.com sarà perseguita ai sensi di legge.


RINGRAZIAMENTI

A Fabio Pelini, assessore all’Assistenza alla popolazione e alla Ricostruzione partecipata del Comune dell’Aquila, per la sua immediata attestazione di interesse e viva partecipazione al progetto. A Serena Castellani, Francesca D’Egidio e Francesca Palma di Cartolab (Laboratorio di cartografia del Dipartimento di Scienze Umane) per il loro concreto contributo nel lavoro di mappatura del territorio. A Marco Brandizzi, Stefano Cesaroni e Barbara Drudi per aver assicurato la partecipazione dell’Accademia di belle arti dell’Aquila. A Silvia Taranta e Berardino Di Vincenzo per il prezioso sostegno del Segretariato regionale per l’Abruzzo del Ministero per i Beni culturali. Ad Ario Arioldi per il supporto tecnico, a Elena Ragusin per l’aiuto nella revisione dei testi. A Barbara Vaccarelli, dunque, e Lina Calandra: senza la loro immediata ed entusiastica adesione quando tutto era ancora solo un’idea il progetto Lo stato delle cose non sarebbe stato possibile.

CONTATTI

Per informazioni sullo Stato delle Cose scrivere qui

CONTATTI